Giunta al termine la Campagna Movember della LILT di Siracusa per la sensibilizzazione alla prevenzione dei tumori maschili. Tiriamo le somme.

  1. Home
  2. Articoli
  3. Giunta al termine la Campagna Movember della LILT di Siracusa per la sensibilizzazione alla prevenzione dei tumori maschili. Tiriamo le somme.

Per il terzo anno consecutivo, in Novembre, la LILT di Siracusa ha lavorato per fare prevenzione al maschile, per arrivare al cuore delle persone e sensibilizzarle circa un problema grave quale il carcinoma alla prostata. Del cancro al maschile si parla, infatti, ancora troppo poco e Movember, che gioca sull’unione delle parole “November” e “Moustache” comunica in maniera immediata ed efficace, attirando l’attenzione sulla necessità di effettuare i controlli necessari per giungere, nel caso, ad una diagnosi quanto più precoce possibile.
Come accade da 23 anni per la mammella nel mese di Ottobre col “Nastro Rosa”, così la LILT di Siracusa ha aperto le porte dei propri ambulatori di Siracusa a provincia, ma, questa volta, effettuando visite urologiche gratuite per la prevenzione del tumore alla prostata e promuovendo l’iniziativa attraverso la Campagna di sensibilizzazione denominata Movember.

10754868_706389856122900_2146776239_n

A conclusione di un mese di attività, il Presidente della LILT aretusea, dott. Claudio Castobello, tira le somme: “sono estremamente soddisfatto del risultato conseguito, in quanto abbiamo registrato un trend di adesione allo screening ancora in crescita, sia per quanto riguarda le visite, gli esami strumentali e clinici, che per l’interesse suscitato in fase di contatto preliminare. Ma l’impegno dei volontari e medici della LILT non finisce qui, continueremo a lavorare affinchè questi numeri crescano ancora”.
Molte sono state le azioni di sensibilizzazione sull’argomento e moltissimi sono stati gli uomini a presentarsi nei punti di prevenzione LILT distribuiti sul territorio per informazioni e per effettuare i controlli previsti.
Risultanti eccellenti vengono non solo dalle visite gratuite, ma anche dalla forza di convincimento delle donne che per l’occasione hanno coinvolto mariti, compagni, amici, fratelli indossando baffi posticci per invitare i propri uomini a sottoporsi ai controlli .
Grande clamore e grande sensibilizzazione ha, infatti, suscitato l’azione dei MoBra e delle MoSista ( uomini e donne con baffi finti ) . Numerosissime sono state le foto con i baffi scattate.

“Un cammino un po’ più lento, quello della prevenzione al maschile”, afferma il Presidente della LILT Provinciale di Siracusa Claudio Castobello, “ma un cammino che procede sempre in avanti. Ogni iniziativa ha lo scopo di facilitare un dialogo aperto su questi argomenti, primo passo necessario al cambiamento culturale”.
In conclusione diamo un po’ di numeri: con oltre trecento visite ed altrettante ecografie prostatiche si chiude il Movember 2016 per la Lilt aretusea. Contenti della partecipazione, contenti dell’interesse registrato, contenti di essere arrivati, a colpi di baffi, lontano. Abbastanza lontano da far capire a molte più persone dell’anno scorso quanto sia importante prevenire.
Perché prevenire è vivere!

Le Vetrine coi baffi. Ringraziamo i commercianti che hanno voluto esporre il simbolo della Campagna e una locandina con le specifiche e con i recapiti per prenotare le visite gratuite.

IL PRESIDENTE
Dott. Claudio Castobello

Note. Sono molti i Paesi nel mondo che aderiscono all’iniziativa MOVEMBER, partita nel 2003 dall’Australia, che è interamente dedicata alla prevenzione oncologica maschile e in particolare alla prevenzione e diagnosi precoce del cancro a prostata e testicoli. Molti personaggi famosi hanno aderito all’invito di “farsi crescere i baffi” per testimoniare il loro sostegno alla Campagna: Tom Hanks, Brad Pitt, David Beckham, per citare qualche nome conosciuto ai più. Al MOVEMBER possono partecipare anche le donne, facendosi ritrarre con baffi posticci per pubblicizzare l’iniziativa di sensibilizzazione.

banner-movember

Menu